Archive

Posts Tagged ‘fiat’

Sui diritti degli operai, non si agisce alla Brunetta

giugno 25th, 2010

Il Pd day fa tappa a Mirafiori

febbraio 17th, 2009

 

VERA SCHIAVAZZI - Repubblica

«Perché non venite più spesso?». Così, tra l’altro, gli operai che entravano e uscivano ieri al cambio turno dalla porta 2 della Fiat Mirafiori hanno accolto parlamentari e dirigenti del Pd torinese venuti a distribuire volantini in uno degli ultimi appuntamenti - dopo la Indesit, le Molinette, i mercati e molte altre fabbriche - dei tre giorni di mobilitazione straordinaria sulla crisi economica. Una delegazione di tutto rispetto, quella che si è mobilitata per la Fiat, l’azienda simbolo della città: c’erano il segretario regionale Gianfranco Morgando, i parlamentari Anna Rossomando, Antonio Boccuzzi e Magda Negri, il segretario cittadino Carlo Chiama e il suo predecessore di vent’anni fa Giorgio Ardito, oggi presidente dell’Atc. 

I cancelli della Fiat, si sa, non sono più quelli di una volta: la gente entra e esce di gran corsa, i numeri stessi della fabbrica sono enormemente calati e dove passavano migliaia di lavoratori oggi ce ne sono poche centinaia, decine. Ma pochi rifiutano il foglio col simbolo dei Democratici. 

«Forse - riflette ad alta voce Morgando mentre distribuisce il volantino contro i provvedimenti tardivi e insufficienti del governo Berlusconi - questo non è più un luogo dove fare propaganda o tenete comizi, ma resta uno snodo simbolico, importantissimo per confrontarsi e per ascoltare. Siamo stati in questi giorni davanti a molti luoghi di lavoro, ovunque c’è grande allarme per il futuro del nostro territorio e la sensazione che chi deve decidere sulle sorti del sistema economico e produttivo italiano non sappia farlo o non sia in grado di intervenire in modo tempestivo. Qui a Mirafiori però la preoccupazione è ancora più forte che altrove, si vive uno stato di sospensione, di incertezza, come se non ci fosse più tempo da perdere e tuttavia non si vedessero soluzioni». 

«Con iniziative come questa - aggiunge Anna Rossomando - il Pd dimostra di essere concretamente presente nei luoghi del lavoro e di saper prendere la parola nel merito della crisi e dei temi che la compongono. Lo abbiamo fatto oggi, lo faremo con altre iniziative dedicate specificamente all’automobile». E Antonio Boccuzzi, l’operaio scampato al rogo dell´acciaieria Thyssen e voluto da Walter Veltroni in Parlamento, sottolinea la necessità che il Pd torni quotidianamente davanti alle fabbriche: «Ce n’è bisogno, c’è attenzione e rispetto per le nostre proposte. Ma io dico che anche se qualcuno ci contestasse bisognerebbe esserci lo stesso: è questo il nostro posto, le nostre radici e il nostro futuro, come è chiaro a chiunque veda la debolezza di un governo che non sa da che parte cominciare per affrontare una situazione tanto grave».

lavoro, torino ,