Archive

Archive for gennaio, 2012

Caselle, l´Alenia e il mistero dello stabilimento fantasma

gennaio 29th, 2012

DIEGO LONGHIN - Repubblica
«Sono passati mesi, i Comuni hanno fatto tutti i passi necessari, ma non si muove nulla. Perché?». È la domanda che si pongono tre deputati torinesi, Stefano Esposito (Pd), Antonio Boccuzzi (Pd) e Giacomo Portas dei Moderati eletto nelle liste dei Democratici. Tanto da chiedere lumi al ministro per lo Sviluppo Economico, Corrado Passera, con un´interrogazione a risposta scritta, ripercorrendo tutta la vicenda legata alla chiusura definitiva degli stabilimenti di corso Marche e al raddoppio del sito di Caselle.
Due passaggi diversi ma che viaggiano in parallelo per portare a termine l´operazione. Ma ai tre deputati, e prima di loro ai sindacati, tra cui la Fiom, viene il dubbio che tutto l´intervento, dalla chiusura di corso Marche, trasformato in uno dei nuovi quartieri di Torino, all´allargamento dello stabilimento di Caselle. «Il Consiglio comunale di Torino, nella primavera scorsa, ha approvato una variante delle destinazioni d´uso dell´area di Corso Marche che porterà ad una consistente valorizzazione del sito con grandi vantaggi che determineranno le risorse per il nuovo investimento industriale - scrivono i tre deputati - il Comune di Caselle, sempre nella primavera scorsa, ha concesso le autorizzazioni per la costruzione del nuovo stabilimento vicino all´aeroporto. Sono trascorsi diversi mesi e non si hanno notizie dei tempi, dei modi e dell´avvio del trasferimento».
Nel frattempo nell´accordo dell´8 novembre Alenia Aeronautica, ribattezzata Alenia Aermacchi, ha confermato il polo aeronautico militare per Torino. Ma nulla è cambiato, tanto che Esposito, Boccuzzi e Portas chiedono al ministro «se corrisponda al vero che si stanno riprogettando le dimensioni e le caratteristiche del nuovo stabilimento di Caselle». Il che porterebbe ad una ridiscussione di tutto l´iter e delle autorizzazioni, senza sapere quali potrebbero essere i tempi. A Passera i tre chiedono anche se dal piano industriale presentato da Alenia, che fa parte del gruppo Finmeccanica, «si evince l´effettiva volontà di rilanciare il polo aereonautico torinese, i contenuti, i prodotti e le scelte di mercato, nonché i livelli occupazionali, la loro qualità e quantità».
Esposito, Boccuzzi e Portas si chiedono poi «quali procedure si adotteranno per la progettazione e la costruzione del nuovo stabilimento». La questione non è da poco perché potrebbe far la differenza sui tempi. «Alenia Aeronautica valorizzerà e svilupperà direttamente le aree di corso Marche o invece venderà ad un soggetto terzo? Con quale criterio e procedure si procederà alla sua eventuale scelta?», si chiedono.
Finmeccanica per procedere con l´operazione aveva dato mandato al consorzio Csi di Verona. Una sorta di opzione per realizzare il nuovo quartiere di 250 mila metri quadri firmato dallo Studio Amati e il nuovo sito vicino all´aeroporto. E poi? Come mai non si è mosso nulla? Anche perché con parte dei soldi che arrivano dall´acquisto e dalle realizzazioni si deve finanziare la costruzione dello stabilimento a Caselle. I tre deputati chiedono a Passera «se corrisponda al vero la notizia per cui era stata data un´opzione sia per la costruzione del nuovo stabilimento sia per l´acquisto delle aree di Corso Marche ad un consorzio di Verona e ad alcune imprese di costruzione, opzione che sarebbe scaduta il 31 dicembre». Se così fosse ci sarà ancora un allungamento dei tempi e alla fine «quali saranno le procedure che garantiranno la correttezza e la trasparenza della scelta degli interlocutori?».

rassegna stampa

CROLLO DARWIN: “DA CAVALLOTTO PAROLE VERGOGNOSE. LEGA E PDL VOLEVANO FARE ‘MARCHETTE’ POLITICHE CON I SOLDI PER LA SICUREZZA DELLE SCUOLE. ORA INTERVENGA PROFUMO”.

gennaio 18th, 2012

Le parole pronunciate quest’oggi dal parlamentare leghista Davide Cavallotto sono vergognose e indegne. E lo sono per due ragioni. Innanzitutto, perché non di nuovo incidente in una scuola si tratta, ma di un crollo in una parte del liceo Darwin sottoposta a sequestro e interdetta al pubblico. Quindi non siamo in presenza di un possibile nuovo dramma e Cavallotto e la destra cercano solo di fare speculazione a fini politici.

Ma la seconda ragione per cui dovrebbe vergognarsi è ben più grave. Infatti, l’iniziativa assunta dal PD a livello regionale (dall’On. Stefano Esposito e dal Consigliere regionale Roberto Placido) ha proprio l’obiettivo di impedire il verificarsi di nuove tragedie come quella di Rivoli, e per questo abbiamo bloccato la ripartizione dei fondi per la sicurezza che la Lega e il PdL stavano cercando di fare in Commissione secondo logiche che ignoravano le reali necessità delle scuole.
In altri termini: Cavallotto e i suoi amici romani volevano fare ‘marchette’ politiche sulla pelle degli studenti!
Come parlamentari del PD, insieme ai Consiglieri regionali del nostro partito, continueremo questa battaglia fino a quando il Ministro Profumo non risolverà il problema stabilendo che i fondi devono essere ripartiti secondo le graduatorie di rischio stabilite dalle Regioni.

On. Stefano ESPOSITO
On. Antonio BOCCUZZI
Parlamentari PD

comunicati stampa

SOSTEGNO ALLE PROTESTE DEI LAVORATORI DI CARREFOUR GRUGLIASCO PER LA GRAVE SITUAZIONE IN ALCUNI AMBIENTI DI LAVORO

gennaio 18th, 2012

Gli onorevoli PD Stefano Esposito e Antonio Boccuzzi hanno preso posizione a sostegno della forte protesta che viene dai lavoratori di Carrefour di Grugliasco per le condizioni in cui versano alcuni ambienti di lavoro.

“Dopo anni di forti disagi, i lavoratori del magazzino Carrefour di Grugliasco sono tornati a protestare per la grave situazione del bazar leggero, dove sono sottoposti a continui sbalzi di temperatura superiori ai dieci gradi, con notevole incremento di dolori articolari, cefalee, raffreddori ripetuti, problemi respiratori”, spiegano i parlamentari PD. “Con un ennesima lettera, chiedono un pronto intervento ai responsabili del punto vendita. Ma altri precedenti appelli sono rimasti inascoltati”.

“E’ una situazione che deve trovare una rapida soluzione. Se non ci saranno passi avanti verso una stabilizzazione della temperatura interna al magazzino, nei prossimi giorni presenteremo una interrogazione parlamentare al ministro Fornero. Non sono più accettabili situazioni di lavoro come quelle che denunciano i dipendenti di Carrefour di Grugliasco

comunicati stampa

ASKOLL: L’AZIENDA CI HA DENUNCIATI? BENE, MA NOI STIAMO DALLA PARTE DEI LAVORATORI LICENZIATI

gennaio 16th, 2012

I vertici della Askoll di Moncalieri ci hanno denunciati per diffamazione in seguito alle dichiarazioni contenute in un nostro comunicato stampa in cui definivamo la decisione di chiudere la fabbrica un ‘vergognoso episodio di pirateria’. Ovviamente siamo fiduciosi nell’operato della magistratura e attendiamo che il procedimento faccia il suo corso.
Ciò che ci rattrista, invece, è che si sia verificato quanto da noi allora denunciato: l’Askoll ha chiuso lo stabilimento di Moncalieri e lasciato senza lavoro circa 500 persone. I ‘pirati’ sono coloro che danno l’assalto a un territorio, lo spogliano delle sue ricchezze e poi se ne ripartono, incuranti delle nefaste conseguenze del loro passaggio. Tra i ‘pirati’ dei nostri tempi ci sono anche quegli imprenditori che non sanno cosa sia la responsabilità sociale e che spostano in modo disinvolto le loro aziende da un territorio ad un altro. In Piemonte di casi di pirateria siffatta ne abbiamo visti molti.
Delle denunce dell’Askoll poco ci importa. Ci importa, invece, del destino di tante famiglie che sono rimaste senza lavoro e senza reddito.

On. Stefano ESPOSITO
On. Antonio BOCCUZZI
Parlamentari PD

comunicati stampa